Assegno di maternità

GUIDA AI SERVIZI E ALLE RISORSE DEL TERRITORIO FORLIVESE PER LE FAMIGLIE, BAMBINI E RAGAZZI 0/18 ANNI 

La mappatura dei servizi, pubblicata a cura del Piano Sociale di Zona, risponde un’esigenza molto sentita: trovare facilmente le informazioni utili alle famiglie con figli da 0 a 18 anni nell'ambito Scuola e servizi educativi - Oltre la scuola - Servizi socio-sanitari per bambini, ragazzi e famiglie. 

Operatori dei Comuni, dell’Azienda Sanitaria e di tantissime realtà territoriali - associazioni, cooperative, enti e organismi vari - hanno reso possibile questo ottimo risultato, che unisce la completezza dell’informazione a uno strumento piacevole e funzionale.


ASSEGNO DI MATERNITA'

 

 

Cos’è?

 

L’assegno di maternità è una prestazione che viene erogata dall’ASP per conto dei Comuni di Santa Sofia, Galeata e Premilcuore.

L’assegno spetta alle madri cittadine italiane, comunitarie o extracomunitarie in possesso della carta di soggiorno, residenti in Italia ed inoltre alle cittadine extracomunitarie con lo status di rifugiate politiche, anche se non sono in possesso della carta di soggiorno.
Spetta per ogni figlio nato (esempio: parto gemellare spettano due assegni), per ogni minore adottato o in affidamento preadottivo.

L'assegno spetta alla donna che:

  • non ha diritto ad alcuna indennità di maternità ad altro titolo (nel caso in cui fruisca di un'indennità di maternità di importo inferiore a quello dell'assegno del Comune può esserle riconosciuta la differenza);
  • vive in un nucleo familiare che non ha redditi superiori a determinati tetti. I redditi sono calcolati in base ai criteri stabiliti dall'Indicatore della situazione economica (ISE), il cui valore viene comunicato e aggiornato annualmente.


 

Come fare?

 

La domanda di assegno va presentata all’Ufficio Servizi Sociali, Scuola, Politiche Abitative per i richiedenti residenti nei comuni di Galeata, Premilcuore e Santa Sofia. Deve pervenire improrogabilmente entro sei mesi dalla nascita del bambino o dall'ingresso in famiglia in caso di adozione, attraverso una domanda predisposta da uno dei CAF convenzionati con i Comuni.
I CAF daranno ogni indicazione sulla documentazione utile per la presentazione della domanda (verrà richiesta una dichiarazione sulla situazione socio-economica, in riferimento ai redditi dell'anno precedente a quello della presentazione della domanda).
L’ASP provvederà poi ad accogliere le domande presentate, quantificarle e inoltrarle all’INPS. L’assegno verrà liquidato alla richiedente direttamente dall’INPS.


Normativa di riferimento
L.448/98 art. 66 e successive modifiche ed integrazioni

 
 
Italian English French German Spanish

Previsioni meteo

Click per aprire http://www.ilmeteo.it