CASA RESIDENZA PER ANZIANI (CASA PROTETTA)

 

 

Sita in Santa Sofia

Via Unità d’Italia, 47

 

 

Cos’è?

 

L’Asp gestisce una Casa Protetta per 42 anziani, in convenzione con l’AUSL di Forlì.E’ una servizio assistenziale a carattere residenziale destinata ad anziani non autosufficienti e non più assistibili nel proprio domicilio che assicura trattamenti socio-assistenziali e sanitari di base tesi al riequilibrio di situazioni deteriorate di natura sia fisica che psichica.

All’interno della struttura vengono fornite prestazioni agli ospiti ricoverati, in particolare: assistenza tutelare diurna e notturna, animazione e attività sociali e ricreative, assistenza medica ed infermieristica, fornitura farmaci inclusi nel prontuario, assistenza medica specialistica attraverso la presenza programmata di medici specialistici, prenotazioni visite specialistiche e/o accertamenti diagnostici,  assistenza di fisioterapia di gruppo o singola, fornitura presidi per l’incontinenza, servizio di barbiere e di parrucchiera, assistenza religiosa, servizi alberghieri ( ristorazione, lavanderia-guardaroba, pulizie ambienti).

E’ prevista una retta a carico degli utenti, unica sia per assegnazione camera singola o doppia,  definite annualmente in sede di approvazione del Bilancio economico annuale preventivo, secondo quanto previsto dalla normativa regionale in materia.

  

Come fare?

 

I 42 posti sono convenzionati con l’AUSL di Forlì e per accedere al servizio è necessario essere iscritti nella lista unica dell’AUSL mediante domanda al SAAT - servizio assistenza anziani territoriale - dell’AUSL per il tramite dell’Assistente Sociale SAAT competente per territorio.

 

Normativa di riferimento

Consulta la normativa pubblicata sul portale della Regione Emilia Romagna nella pagina dedicata a Case protette e residenze sanitarie assistenziali, centri diurni, al box le norme e gli atti in vigore



 

 

COMUNITA’ ALLOGGIO

 

 

sito in Santa Sofia

Via Unità d’Italia n. 49

 

 

Cos’è?

 

L’Asp gestisce, nell’immobile di proprietà dei Comuni di Santa Sofia, Galeata e Civitella di Romagna, una Comunità Alloggio.

E’ un servizio assistenziale a carattere semi-residenziale destinato ad anziani autosufficienti o parzialmente autosufficienti, in grado di ospitare 25 anziani di età uguale o superiore ai 65. Si prescinde dal limite anzidetto esclusivamente per soggetti che si trovano in particolari condizioni di disagio sociale o sanitario.

All’interno della struttura vengono garantite prestazioni di assistenza tutelare diurna e notturna, attività sociali e ricreative, assistenza infermieristica programmata diurna, prenotazioni di visite specialistiche e/o accertamenti diagnostici, servizio di barbiere e di parrucchiera, assistenza religiosa, servizi alberghieri (ristorazione, servizio di lavanderia-guardaroba, pulizie ambienti).

E’ prevista una retta a carico degli utenti, definita annualmente in sede di approvazione del Bilancio economico annuale preventivo, secondo quanto previsto dalla normativa regionale in materia.

 

 

Come fare?

 

L’ammissione degli ospiti è disposta direttamente dall’ASP, mediante presentazione di domanda per inserimento in lista d’attesa; l’utente deve in ogni caso recarsi al SAAT - servizio assistenza anziani territoriale - dell’AUSL per il tramite dell’Assistente Sociale SAAT competente, per attivare il servizio.

 

 

Normativa di riferimento

Consulta la normativa pubblicata sul portale della Regione Emilia Romagna nella pagina dedicata a Case protette e residenze sanitarie assistenziali, centri diurni, al box le norme e gli atti in vigore

 


 

  

CENTRO DIURNO

 

 

Cos’è?

 

E’ attivato nella Casa Protetta per n. 10 posti di cui 3 convenzionati con l’AUSL di Forlì; è un servizio assistenziale a carattere semi-residenziale destinato ad anziani in condizione di parziale o non autosufficienza. Si prescinde dall’anzidetto limite di età per soggetti che versino in particolare sto di disagio sociale o sanitario.

Le prestazioni fornite comprendono: l’assistenza tutelare diurna, l’assistenza infermieristica di base, l’attività di animazione, e attività sociali e ricreative, l’assistenza medica ed infermieristica, il servizio fisioterapico (per gli utenti in convenzione) il servizio di barbiere e di parrucchiera, assistenza religiosa, servizi alberghieri ( ristorazione, lavanderia-guardaroba, pulizie ambienti).

Il Centro è aperto tutti i giorni, festivi compresi, dalle 8,00 alle 18,30; mediante accordo con il coordinamento del servizio, è possibile frequentare tutti i giorni settimanali, oppure alcuni giorni definiti e programmati, inoltre la presenza può essere per l’intera giornata o per metà giornata.

Il trasporto degli gli utenti del Centro diurno è a carico delle famiglie.

E’ prevista una retta a carico degli utenti, definita da un minino del 40% ad un massimo del 60% della retta intera per gli utenti della Casa Protetta, stabilita annualmente in sede di approvazione del Bilancio economico annuale preventivo, secondo quanto previsto dalla normativa regionale in materia

 

 

Cosa fare?

 

Per i 3 posti di Centro Diurno convenzionati con l’AUSL di Forlì, è necessario essere iscritti nella lista unica dell’AUSL mediante domanda al SAAT - servizio assistenza anziani territoriale - dell’AUSL per il tramite dell’Assistente Sociale SAAT competente per territorio.

Per gli altri 7 posti l’ammissione al servizio del Centro Diurno  è disposta direttamente dall’ASP, mediante presentazione di domanda per inserimento in lista d’attesa; l’utente deve in ogni caso recarsi al SAAT dell’AUSL dall’Assistente sociale competente per territorio, per attivare il servizio.

 

 

Normativa di riferimento

Consulta la normativa pubblicata sul portale della Regione Emilia Romagna nella pagina dedicata a Case protette e residenze sanitarie assistenziali, centri diurni, al box le norme e gli atti in vigore




 

ALLOGGI PER ANZIANI

 

Siti in Santa Sofia

Via Unità d’Italia, 49

 

 

Cos’è?

 

E’ un servizio garantito nell’immobile di proprietà dei Comuni di Santa Sofia, Galeata e Civitella di Romagna, destinato principalmente ai residenti nei tre comuni, e  si compone di 12 appartamenti (9 bilocali e 3 monolocali) in grado di favorire e sostenere la vita indipendente degli anziani. Gli appartamenti che possono ospitare fino ad un massimo di 21 utenti, in una rete di servizi, possono essere definiti “protetti”, in quanto destinati ad anziani  che, da soli o in coppia, possono continuare a vivere in libertà ed autonomia, in un ambiente adeguato e funzionale, ma con la consapevolezza  di avere punti di riferimento e, in caso di necessità, aiuto immediato da parte di personale specializzato.

Ogni alloggio è dotato di un impianto di chiamata, collegato con la portineria della Comunità Alloggio, di facile utilizzo che permette di comunicare con l’operatore presente.

Gli utenti degli alloggi inoltre, possono utilizzare una serie di servizi, fruibili a richiesta ed in modo saltuario o continuativo, resi dall’ASP: fornitura e consegna pasti, servizio di lavanderia e guardaroba, servizio pulizia dell’appartamento.

 

 

Come fare?

 

Per avere in concessione l’alloggio, è necessario rivolgersi presso gli uffici amministrativi dell’ASP, compilando  la modulistica predisposta; i richiedenti devono essere in possesso dei requisiti di cui al “Regolamento per l’assegnazione di n.12 Alloggi per Anziani siti in Via Unita d’Italia n.49 a Santa Sofia” .

Per maggiori informazioni rivolgersi all’Ufficio Amministrativo dell’ASP.


 


 


 
 
Italian English French German Spanish

Previsioni meteo

Click per aprire http://www.ilmeteo.it