Mensa scolastica

Informazioni su modalità di accesso, utilizzo e pagamento della mensa scolastica dei Comuni di Santa Sofia, Galeata, Civitella di Romagna e Premilcuore

Il servizio mensa nelle scuole

La mensa scolastica è il servizio di refezione gestito dall'ASP tramite un soggetto gestore individuato con appalto pubblico. Per l'anno 2022 il servizio è gestito da Elior Ristorazione spa.

Il servizio mensa viene garantito nelle scuole statali di Civitella di Romagna, Galeata, Premilcuore, Santa Sofia e nel servizio Nido d'Infanzia del Comune di Santa Sofia.

I pasti vengono preparati nelle cucine delle scuole, consumati in loco o trasportati nelle scuole sprovviste di cucina.

Per i bambini del Nido d'Infanzia di Santa Sofia viene preparato un menù calibrato in base alla fascia di età dei bambini e il pasto può essere servito in pappa o tritato in base alle caratteristiche di masticazione dei bambini.

Come è fatto il menù

Il menù attualmente utilizzato presso le mense scolastiche dei Comuni di Galeata, Premilcuore e Santa Sofia è stato elaborato dalla Dietista dell'Istituzione Davide Drudi di Meldola ed approvato dall'Azienda USL della Romagna

Le tabelle dietetiche sono state realizzate in base alla fascia di età dei bambini e ai vari ordini di scuola e sono state articolate su n. 5 settimane. Sono state stilate sulla base di principi scientifici per una sana e corretta alimentazione e sono state strutturate con l’obiettivo di garantire un buon livello di gradimento ed accettabilità del menù da parte dei bambini.

Ogni pasto è costituito da un primo e un secondo piatto, a volte sostituiti con un piatto unico, sempre accompagnati da contorno, pane e frutta fresca di stagione.

Le tabelle dietetiche attualmente adottate e le grammature dei piatti, fanno riferimento alla proposta di menù stilata dall’Azienda USL dela Romagna “Ben…Essere in Tavola”.

Per garantire maggiore varietà delle pietanze proposte agli alunni che frequentano solo alcuni rientri pomeridiani settimanali, il menù subisce una rotazione giornaliera ogni cinque settimane.

Per capire cosa viene prodotto in una giornata è necessario consultare il "calendario mensile del menù", verificare lettera e colore della giornata e cercare l'informazione corrispondente nella "tabella dietetica".

Come e quando cambia il menù da estivo a invernale

Il servizio di refezione parte a settembre con l'applicazione del menù estivo.

Nei calendari mensili verrà riportata la data di inizio di utilizzo del menù invernale.

In primavera, verso fine aprile, riprenderà il menù estivo ed anche in questo caso la data di inizio di utilizzo di tale menù verrà riportata nel calendario mensile.

La tabella dietetica

La tabella dietetica
  PDF168,6K ESTIVO_Menù Inf,Primaria,Secondaria_aggiornato 22-23.pdf

  PDF591K INVERNALE_Menù Inf,Primaria,Secondaria_aggiornato 22-23.pdf

La tabella dietetica per i bambini del Nido

La tabella dietetica per i bambini del Nido
  PDF186,7K ESTIVO_Menù Nido 6-12 mesi_agiornato 22-23.pdf

  PDF183,7K ESTIVO_Menù Nido 12-36 mesi_aggiornato 22-23.pdf

  PDF595,1K INVERNALE_Menù Nido 6-12 mesi aggiornato 22-23.pdf

  PDF596,5K INVERNALE_Menù Nido 12-36 mesi aggiornato 22-23.pdf

Calendario mensile del menù, consultabile giornalmente

Calendario mensile del menù, consultabile giornalmente
  PDF239,1K settembre.pdf

Il borsellino virtuale e la sua gestione

Con l'iscrizione al servizio viene aperto un borsellino vistuale. Si tratta di una pagina personale, intestata ad un solo genitore/tutore e collegata al suo codice fiscale, attraverso la quale si gestisce un conto prepagato.

Attraverso la pagina personale i genitori possono:

  • gestire la prenotazione/sprenotazione del pasto di ogni figlio iscritto
  • accedere alla propria situazione contabile n(verificare ricariche e consumi)
  • effettuare ricariche on line
  • verificare i propri contatti e dati di iscrizione

 

La prenotazione/sprenotazione del pasto può essere effettuata tramite:

Le istruzioni dettagliate sul funzionamento del servizio vengono consegnate, insieme al proprio Username e Password, in fase di iscrizione.

 

Il costo del pasto

Il pasto prodotto viene pagato in parte dal Comune mentre l'altra parte è a carico delle famiglie. Le tariffe a carico delle famiglie sono stabilite da ogni Amministrazione Comunale.

Le spese della mensa sono detraibili in dichiarazione dei redditi, si consiglia quindi di intestare il borsellino al genitore si farà carico del pagamento.

Iscrizione

Per iscrivere i bambini alla mensa è necessario presentare all'ASP il modulo compilato.

L'iscrizione viene effettuata di norma con l'iscrizione a scuola ma può essere presentata in qualsiasi momento dell'anno, comunque prima di lasciare il bambino a mensa.

L'iscrizione durerà fino all'ultimo anno di scuola frequentata (di norma fino alla terza media o secondaria di primo grado) e non deve essere presentata tutti gli anni. L'ASP aggiornerà annualmente i dati relativi alla classe frequentata.

Il modulo iscrizione alla mensa è da compilare e da consegnare all'ASP con una delle seguenti modalità:

  • a mano presso gli uffici (richiedendo un appuntamento) 
  • inviando una mail all'indirizzo: servizisociali@asp-sanvincenzodepaoli.it
  • inviando un fax al n. 0543973051

Modificare l'iscrizione

In caso di modifica dei dati del genitore referente, dei recapiti e in caso di cancellazione al servizio (per es. per cambio residenza) è necessario comunicare all'ASP le richieste di variazione.

modifica iscrizione mensa

 

In caso di interruzione/cancellazione dal servizio prima del termine del ciclo scolastico, è possibile chiedere il rimborso dell'eventuale residuo ancora da spendere.

modulo richiesta rimborso borsellino

BIOSIMBIOTICO A TAVOLA grazie al BIODISTRETTO

L'ASP ha recentemente introdotto, esattamente dal 2022, l'utilizzo di prodotti forniti da produttori locali affiliati al "Romagna - Distretto Biosimbiotico".

Vengono prosti per la prima volta prodotti a Km zero, da coltivazioni locali derivanti da agricoltura biosimbiotica.

L’agricoltura biosimbiotica punta sull’arricchimento del sistema microbiologico del suolo, dei valori nutrizionali del cibo per apportare benefici importanti a livello intestinale umano, rafforzando la flora batterica presente nell’intestino (microbiota), fondamentale per l’attività immunitaria. Il processo di coltivazione:

  • utilizza la simbiosi mutualistica fra i microrganismi del suolo (funghi, batteri, lieviti) e le radici delle piante coltivate;
  • non utilizza fertilizzanti chimici nella coltivazione e ormoni o antibiotici nell’allevamento;
  • valorizzaza le proprietà microbiologiche del terreno e l’integrazione tra i diversi microrganismi per portare attraverso il cibo degli effetti benefici sulla salute umana

Nelle giornate dedicate al progetto si sperimenta:

  • la consegna dei prodotti da parte dei produttori locali
  • la preparazione di questi prodotti da parte delle cuoche, appositamente formate